Salta al contenuto

SI TORNA IN CLASSE: IL COMUNE AUMENTA I CONTRIBUTI PER SERVIZI E PROGETTI

GARANTITO IL PRESCUOLA GRATUITO PER PRIMARIA E SCUOLA DELL’INFANZIA

Data:

14-09-2021

L’anno scolastico 2021/2022 a Medolla è partito con tutto il corpo docenti, I collaboratori e gli insegnanti di sostegno già al lavoro dal suono della prima campanella. Un risultato raggiunto dopo anni in cui in più di un’occasione sostegni e docenti prendevano servizio ben oltre l’avvio. L’amministrazione comunale ha sostenuto UCMAN nel bando per il sostegno con educatori sulle disabilità e le fragilità, da fornire durante l’intero percorso scolastico dal nido fino alle superiori, che ha comportato un investimento complessivo da parte dell’Unione di oltre 2.500.000 euro, sostanzialmente confermando le ore dell’anno precedente ed aggiungendone alcune per le funzioni di tutor. A Medolla i progetti di ampliamento di offerta formativa e di qualificazione scolastica sostenuti dal Comune, per i quali sono stati impiegati più di 16.000 euro, come da rendiconto sull’anno 2020/2021, restano una priorità. Per servizi educativi extrascuola, a compensazione dell’orario scolastico obbligatorio, l’amministrazione comunale ha riconosciuto un aumento di contributi, garantendo la gratuità del servizio prescuola per Scuola dell’Infanzia e Primaria, con educatori (in passato erano collaboratori scolastici, soluzione non più consentita dalle norme anti-Covid). Invariati i costi del prolungamento dalle 16 alle 18 tutti i giorni della settimana, servizio attivato a partire dal 4 ottobre con un minimo di 10 iscritti alla Primaria e 5 iscritti alla Scuola dell’Infanzia. In avvio dal 20 settembre il servizio di doposcuola per la Primaria, per due pomeriggi alla settimana dalle 14 alle 16, sempre a costi invariati. Ridotto il contributo dell’assistenza educatori durante la mensa sulla frequenza dei cinque giorni della settimana, mentre rimane invariato per le famiglie il costo del pasto, nonostante le monoporzioni obbligatorie, il sevizio su più spazi, disinfezione e pulizia previsti dalle norme anti-Covid, il cui relativo incremento dei costi, per il secondo anno consecutivo, è a completo carico dell’amministrazione comunale. Da poco il Comune ha inoltre erogato il contributo di oltre 10 mila euro, per il riconoscimento della riduzione della retta di 20 euro a bambino, per ogni settimana frequentata durante i centri estivi comunali 2021, al fine di consentire alle famiglie, integrando i contributi del bando conciliazione vita-lavoro della Regione, uno sgravio consistente per le attività estive dei ragazzi, che hanno visto da giugno al 6 settembre azioni di sostegno educativo nella fascia 3/14 anni senza alcuna pausa del servizio.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14-09-2021 17:09