Salta al contenuto

REPORT DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MERCOLEDÌ 31 MARZO

ADDIZIONALE IRPEF, L’ASSESSORA PALTRINIERI: “AUMENTO DI 0,1 PUNTI PERCENTUALI PER GARANTIRE I SERVIZI”

Data:

01-04-2021

La seduta del Consiglio Comunale di ieri sera ha visto la discussione e l’approvazione di sette oggetti. Di questi, due di natura contabile, su una variazione di bilancio e un assestamento di cassa, seguiti da tre dedicati a: il rinnovo della sottoscrizione del Patto dei Sindaci per il clima e l’energia; la modifica del regolamento per occupazione del suolo pubblico, esposizione pubblicitaria e canone mercatale; la variante del regolamento urbanistico edilizio che prevede la legittimazione in via definitiva delle strutture connesse con l’attività agricola (i cosiddetti “hangar”), realizzati da alcune aziende del territorio all’indomani del terremoto. La parte iniziale della seduta è invece stata dedicata principalmente a due oggetti di natura fiscale e tributaria, a partire da quello che modifica l’addizionale comunale all’Irpef, che passa da 0,7% a 0,8%, mantenendo una fascia di esenzione per i redditi inferiori a 10 mila euro e con un aumento di 0,1 punti percentuali, così come previsto dalla programmazione 2019-2021 approvata a fine 2018, sospesa nel 2020 nell’ambito delle misure straordinarie di sostegno approntate dal Comune a imprese e famiglie a causa dell’emergenza Covid. Così come anticipato nei giorni scorsi, è invece stato pressochè azzerato l’aumento deliberato a dicembre delle aliquote IMU, grazie alla rinegoziazione dei mutui, che ha liberato circa 172mila di spesa corrente all’anno per i prossimi tre anni. “Un aumento di 0,1 punti percentuali dell’addizionale all’Irpef comunale per garantire a tariffe accessibili servizi che reputiamo essenziali – commenta l’assessora al Bilancio Franca Paltrinieri – cioè una scelta in direzione opposta di chi in UCMAN aveva proposto tagli lineari a scuole, servizi alla persona, sostegno alle fragilità. A Medolla rispettiamo una programmazione pluriennale che si è rivelata corretta e prudente. Chi amministra i soldi dei cittadini è chiamato a farlo con serietà e responsabilità, al di là degli slogan a effetto, e aver pressochè azzerato l’aumento previsto delle aliquote IMU è la dimostrazione che quando ci sono le condizioni per farlo, siamo ben lieti di diminuire le spese a carico di cittadini e imprese”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

01-04-2021 17:04