Salta al contenuto

IN VIGORE L’ORDINANZA IN RISPOSTA A EPISODI DI VANDALISMO E MALEDUCAZIONE

Il Sindaco Calciolari: "Forniamo più strumenti alle forze dell'ordine"

Data:

04-03-2021

IN VIGORE L’ORDINANZA IN RISPOSTA A EPISODI DI VANDALISMO E MALEDUCAZIONE

È entrata in vigore, segnalata da appositi cartelli nelle aree oggetto del provvedimento, l’ordinanza numero 10 del 16 febbraio 2021, adottata dal Comune di Medolla in risposta a diversi episodi di danneggiamenti, atti vandalici e in generale maleducazione verificatisi in alcuni parchi e aree pubbliche e segnalati da numerosi cittadini. Il provvedimento, valido fino a fine anno, vieta di transitare al di fuori dei vialetti di attraversamento, di soffermarsi, trattenersi, consumare alimenti e bevande nelle aree verdi e pubbliche, individuate dall’ordinanza stessa, negli orari serali e notturni (22:00 – 06:00) fino a maggio compreso e dal 13 settembre al 31 dicembre, mentre nel periodo da giugno al 12 settembre l’orario viene ridotto alle sole ore notturne (24:00 – 06:00). Lo stesso divieto è esteso, negli orari di chiusura del plesso scolastico e per esigenze diverse da quelle legate alle attività scolastiche o della biblioteca, a marciapiedi, rampe di accesso e portici degli edifici scolastici, dell’Auditorium e della biblioteca. Eccezioni sono previste per tutte le iniziative ricreative o culturali autorizzate dal Comune, fatte salve eventuali ulteriori limitazioni anti-Covid19 introdotte da Stato o Regione. Le aree verdi e pubbliche interessate sono quelle delimitate da via Genova, il parco pubblico centrale, le aree verdi circostanti fino a via Matteotti, via Impastato e la ciclabile che arriva fino al cimitero, via Rimembranze, i parcheggi del cimitero e del Municipio, piazza Fellini e l’area verde accanto al Teatro Facchini, le aree verdi antistanti la scuola primaria e la secondaria di primo grado, piazza Donatori di Sangue, i parchi di quartiere (Melograni, Gelsomino, Mon Jardin, Gelso, Salice, Quercia), l’Arena Vallechiara. Per i trasgressori è prevista la sanzione amministrativa di 100 euro. “Tutela del patrimonio pubblico e diritto alla quiete sono già previste nel Regolamento di Polizia Urbana – commenta il sindaco Alberto Calciolari – con questo provvedimento dotiamo le forze dell’ordine di ulteriori strumenti per prevenire e contrastare gli episodi di maleducazione, che purtroppo continuano a verificarsi anche in questo periodo di grandi difficoltà per tutti, e nel quale al contrario dovremmo essere particolarmente attenti alle esigenze altrui, rispettandoci e aiutandoci l’un l’altro”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

08-03-2021 14:03